Recensione iPhone X

Recensione iPhone X

E’ vero, io ero uno di quelli che non era troppo convinto dell’iPhone Ten durante la presentazione ufficiale.  ovvero mi piaceva, mi allettava, ma erano troppi i punti critici i quali pensavo potessero penalizzarlo.
Ovviamente , fatta questa doverosa premessa, devo ammettere che la storia poi mi ha consegnato uno dei dispositivi migliori degli ultimi 10 anni. Ebbene si, vi ho spoilerato già ad inizio recensione quello che penso di questo terminale e ve lo dico con cognizione di causa.
Infatti questo video lo pubblico appositamente dopo due mesi di utilizzo continuo dell’ iPhone in questione proprio perché volevo superare il primo periodo un po’ troppo euforico che solitamente non mi appartiene, ma con il passare dei giorni quest’euforia non è svanita, anzi è stata sostituita addirittura da un innamoramento vero e proprio.
Le gesture, il concetto, il design la semplicità, sono tutte cose che hanno favorito questo mio status e adesso ve ne parlo nel dettaglio.
 

FORMAT FACTOR iPhone X 8.5

Sono ormai un paio di anni che nelle mie tasche si alternano device troppo grandi o troppo piccoli. Ecco è proprio questo il motivo per il quale l’iPhone x ha fin da subito rapito il mio cuore tecnologico con i suoi 5.8 pollici generosi ma racchiusi in un corpo grosso il giusto. In effetti sembra quasi come avere un evoluzione di iPhone 8 che sarebbe dovuta arrivare decisamente prima. Ma come si suol dire meglio tardi che mai.
Siamo ben lontani ovviamente dai tempi più remoti dove l’ottimizzazione era tutto, infatti ne sono testimoni le tante app non ideate e pensate per questo nuovo concetto di schermo, ma bisognerà attendere solo un po di tempo per fruire di tutta la bellezza del display con le tante app che costituiscono ad oggi il parco app store.
Mail, ad esempio, resta su una sola colonna mentre Safari non mostra le tab con le schede di navigazione aperte.
Il design è come sempre un aspetto soggettivo ma quello dell’iPhone X come anticipato io personalmente lo trovo bello e assolutamente iconico .
Sappiamo tutti che Apple quest’anno ha prestato un po’ il fianco per ragioni di tempo e per rispettare l’ormai tradizionale appuntamento di settembre. Non è arrivata certo prima nell’innovare e soprattutto nel creare device a tutto schermo ma come sempre lo ha reso unico nel suo genere.
Infatti quella che potrebbe risultare una fastidiosa gobba in alto ha reso celebre e appunto iconico questo iPhone tra i tanti device tutto schermo sul mercato. chiunque al mondo riconoscerebbe la sagoma di colore nero sullo schermo rotodenggiante di iPhone X.
Quello che più ho apprezzato di questo nuovo smartphone è l’eleganza struggente e la simmetria esasperata all’inverosimile: stesso raggio di curvatura per lo schermo e per gli angoli del prodotto rendono a primo impatto questo device , nonostante la cornice più evidente di quella di molti altri smartphone borderless, più innovativo e più moderno.
La scelta dei materiali è anch’essa impeccabile: acciaio per la scocca e vetro per fronte e retro, in modo tale da facilitarne la presa e finalmente quest’anno la ricarica wireless.
Da non dimenticare inoltre che iPhone X è waterproof : come spesso accade con terminali di questo genere io stesso ho testato la resistenza all’acqua per un paio di minuti e ne è uscito indenne.
Il peso è sicuramente importante in termini meramente numerici ma è un aspetto che sinceramente non mi sento di criticare più di tanto dati comunque i materiali premium impegnati alla realizzazione del corpo stesso. L’impressione è sicuramente di avere un oggetto dalle fattezze premium e il peso contribuisce ancor più a rendere verosimile questa sensazione.
Passiamo adesso alle criticità se cosi le vogliamo definire .
Con scelte cosi azzeccate ma al contempo audaci l’iPhone X per distinguersi non deve essere coperto con una cover, ma lasciandolo scoperto ci si trova con un blocco di vetro, pesante che ha una probabilità decisamente alta di rompersi se cade. Cosa fare quindi ?
io ad esempio ho deciso di coprirlo con una cover antishock che vendiamo sul nostro shop , ovviamente vi lascerò il link in descrizione
Restando in tema di materiali la scelta di usare un acciaio cromato, potrebbe essere per alcuni una scelta azzardata poiché con il tempo c’è la possibilità che rimanga segnato in superficie, ma devo dire che a me personalmente piace molto.
Il vetro che costituisce la parte posteriore aiuta molto nel grip.

Face ID iPhone X 8

Come sempre bisogna attendere Mamma Apple perchè una tecnologia venga rimpiazzata da un altra in maniera egregia. Cosi come è accaduto con jack audio e lettore d’impronta anche per il riconoscimento facciale Apple fa la differenza. Ad oggi è l’unico che ha saputo soddisfare tutte le mie esigenze in ogni circostanza. Col passare del tempo man mano che lo usavo ogni giorno è migliorato sempre più aggiornando quotidianamente i dati sul mio volto facendo risultare di conseguenza il metodo di sblocco più veloce e reattivo, quasi naturale come il lettore d’impronta . Ora il tasto home non c’è più, viene sostituito dal tasto di accensione posizionato sul lato, dal Face ID per l’autenticazione e dalla barra a schermo per tornare alla home. All’inizio devo ammetterlo è stato un trauma. Ma solo dopo poche ore ero già dipendente dalle nuove gesture.
Tornando al Face ID devo subito dirvi che si registra un solo volto e questo volto, che diventa un modello matematico, è l’unico che viene riconosciuto e costantemente aggiornato come anticipato prima. Il vincolo di avere un solo volto dovrà in qualche modo essere risolto sugli iPad che sono un dispositivo meno personale e più familiare.
Il Face ID usufruisce  della fotocamera TrueDepth che acquisisce il volto proiettando e analizzando circa 30.000 punti invisibili (infrarosso) per creare una mappa di profondità del viso.Questa mappa viene unita ad una foto a infrarossi e trasformata in una rappresentazione matematica che può essere confrontata con la mappa registrata durante la fase di addestramento. Se il confronto tra la mappa memorizzata e quella rilevata in tempo reale supera una determinata percentuale di “affinità”, lo smartphone viene sbloccato.
Più Face ID sbaglia ( anche se devo ammettere che nel mio caso è stato preciso fin dall’inzio )  più diventa preciso con il passare del tempo. Impressionante come funzioni anche al buio totale, ma fa innervosire il fatto che faccia cilecca quando per esempio teniamo lo smartphone inclinato o leggermente storto .Ottimo il funzionamento al buio: è veloce quanto con la luce e il livello di precisione è simile. Sembra quasi il primo TouchID, non è istantaneo ma ha un piccolo ritardo.
Molto bello il fatto che come accadeva con Touch ID il device dia accesso a tutte le password accumulate negli anni con la sola scansione del volto , è una cosa scontata ma fa più agente 007 .

Display iPhone X 8.5

Senza troppi fronzoli posso definire l’OLED 5.8 di questo iPhone a dir poco meraviglioso.
E’ luminoso, brillante, contrastato e con una resa cromatica praticamente perfetta. Lo schermo riesce senza problemi a gestire a pieno i due profili che Apple pretende sui propri dispositivi, sRGB per i contenuti standard e P3 per i contenuti con spazio colore esteso. Quello che più ci ha stupito è la naturalezza dello schermo
Rispetto allo schermo LCD di iPhone 8 questo OLED è leggermente più freddo e in definitiva meno luminoso, ma grazie al contrasto maggiore le immagini riprodotte appaiono più incisive .
Molto più precisa infine la gestione della temperatura del bianco con il True Tone rispetto ad iPhone 8.
L’OLED di iPhone X è anche HDR10 e Dolby Vision, ma uno stesso filmato visto fianco a fianco con un iPhone 8 Plus non mette in luce troppe differenze. Cambia solo il contrasto, ma niente che sinceramente mi abbia sbalordito più di tanto.
L’HDR su smartphone a mio modesto parere non è una feature indispensabile.
C’è da dire che Apple ha sempre decantato le lodi degli schermi LCD dicendo che andavano meglio degli OLED. Cosa ha spinto quindi Apple a cambiare idea ovvero rinunciando alla superiorità ( a suo dire ) dell’IPS LCD rispetto all’OLED da sempre cavallo di battaglia della Samsung?
La risposta è di facile intuizione, infatti  l’OLED non è stato scelto per la qualità piuttosto perchè era l’unica soluzione per mascherare al meglio la differenza tra cornice e schermo e creare un tutto uno con la gobba superiore nel caso di app non ottimizzate. Usando un’app non ottimizzata, e sono tantissime, sembra infatti di usare uno smartphone normale con la cornice spessa. Sembra di usare un iPhone 8.
Il nero dell’OLED è come sempre perfetto, e la gobba si fonde alla perfezione con i pixel circostanti che restano spenti anche con luminosità al massimo. ci fosse stato un LCD la situazione sarebbe stata piuttosto tragica.
Se una applicazione non è ottimizzata per sfruttare a pieno lo schermo, queste vengono riprodotte all’interno di una cornice finta che non sfrutta tutto lo schermo a disposizione. A dir poco inaccettabile per un device di questa fascia di prezzo. ma sappiamo bene che solo il tempo potrà risolvere quelle che sono solo problematiche software facilmente risolvibili.
Il problema è ben più fastidioso in modalità tutto schermo quando ad esempio si vuol vedere un video su Youtube. Bisogna ammettere che quella gobbetta nera sul lato è bruttina.

Fotocamera iPhone X 8.5

Come già appreso due mesi fa con iPhone 8 anche con l iPhone X siamo dinanzi ad uno dei migliori sensori fotografici per smartphone sul mercato.
12 megapixel, f/1.8 di apertura e ripresa 4K a 60 fps sono due punti di forza della camera principale.
La piccola isola cromata che ospita le fotocamere, sporge più di quanto sporgeva su iPhone 8 .all’interno ospita il flash Quad Tone e il microfono per la registrazione audio.

Dove Apple ha migliorato tanto è sulla seconda fotocamera, quella tele: il sensore è sempre da 12 megapixel ma aumenta l’apertura che passa da f/2.8 a f/2.4 e arriva la stabilizzazione ottica. Questo rappresenta un enorme salto rispetto a iPhone 8 Plus, perché permette di scattare ritratti con un tempo di posa più rapido scongiurando l’intervento del flash e minimizzando il micro mosso.

 

Le foto sono sempre al top in qualsiasi circostanza e quest’anno mi sento di dire che anche in condizioni di luce scarsa iPhone ha raggiunto samsung.per quanto riguarda il punta e scatta inutile dire che iPhone ha ancora molto da insegnare a tutti gli altri brand.
Iphone X riesce a regalare scatti ada effetto in qualsiasi circostanza. ottimo per i viaggi o semplicemente per una gita fuori porta.
passando al lato meno serioso della fotocamera  La presenza del sensore TrueDepth ( utile come visto prima per il face id )  permette tra le tante cose di scattare ritratti a ridotta profondità di campo anche con la fotocamera frontale: l’effetto bokeh, in questo caso, è calcolato basandosi sul rilevamento del volto e il risultato è davvero notevole.
La parte più divertente relativa alla fotocamera frontale è la possibilità di usare il suddetto sensore TrueDepth per tracciare i movimenti del volto. Questo ha permesso la creazione delle Animoji, emoticons che vengono animate con le espressioni della propria faccia.
Sono divertenti, e molto più efficaci degli sticker introdotti lo scorso anno. Purtroppo le animoji possono essere inviate solo tramite iMessage a utenti iOS o MacOS o tramite messaggio come gif animate.C’è però una soluzione: basta inviarla a se stessi, salvarla per poi condividerla tramite WhatsApp o altre app di messaggistica.

VIDEO RECENSIONE SUL CANALE YOUTUBE :

 

Software iPhone X 8.5

 

L’abbandono per alcuni versi traumatico del tasto “Home” ha portato Apple a rivedere l’interfaccia del suo iOS. Cambiano le gesture, ma resta fortunatamente la praticità e l’immediatezza che ha da sempre contraddistinto l’ecosistema Apple. A distanza di due mesi di utilizzo continuo di iPhone X trovo la nuova interfaccia decisamente semplice, immediata e anche migliorata sotto alcuni aspetti. Come il multitasking, più facile da gestire di quanto non succedeva con i vecchi iPhone.
Con un trascinamento dal basso verso l’alto della onnipresente barra orizzontale si torna alla home, un trascinamento tenendo il dito sullo schermo porta al multitasking. La barra delle notifiche funziona come ha sempre funzionato, mentre il Control Center si attiva trascinando verso il basso partendo dalla zona “orologio” a destra. Cambia anche la tastiera: non è ampia come quella di iPhone 8 Plus ma è leggermente più fruibile di quella di iPhone 8, almeno per chi non è più abituato alla tastiere con tasti piccoli.
Una scheggia, e la batteria dura tanto.
Le performance del nuovo iPhone ovviamente sono impeccabili: la velocità nell’aprire le applicazioni, la fluidità dell’interfaccia e la reattività ai comandi è a dir poco eccezionale. Il cuore è lo stesso dell’iPhone 8, e come ogni iPhone fa esattamente quello che deve fare, ovvero dimostrare a chi lo usa che non ci sono situazioni dove possa annaspare. Mai uno scatto, mai un rallentamento, è davvero un piacere usarlo. Ottima la ricezione del comparto telefonico, l’audio in capsula sempre perfetto. Come facilmente pronosticatile anche il settore connettività è al top. wifi bluetooth e tutto il resto non danno nessun problema.

 

Batteria iPhone X 8.5

 

Non mi ha deluso la batteria: dopo aver usato per qualche settimana sia iPhone 8 che iPhone 8 Plus e solo successivamente iPhone X posso dire che l’autonomia tra i vari modelli è grossomodo equivalente. Con uno uso normale si arriva a sera senza alcun problema, e come appurato con gli altri modelli la variabile che determina l’autonomia in modo incisivo è l’uso della connessione 4G LTE. Come sempre gestione della batteria in standby praticamente perfetta, mai un calo drastico della percentuale residua senza motivo.

Corposo e di ottimo livello l’audio: per essere un diffusore integrato la qualità è davvero buona.

 

Conclusioni di iPhone X

iPhone X è il primo di una nuova generazione di smartphone. da questo in poi non si torna indietro.
Ovviamente si spera che questo d’ora in avanti sia lo standard dei futuri modelli del melafonino.
Ci sono sicuramente aspetti migliorabili, ma non si può paragonare iPhone 8 a iPhone X. Il primo è un prodotto maturo, rodato negli anni , il secondo è la novità assoluta che sicuramente in quanto tale ha anche leggermente falsato più di qualche recensione. Migliorabilie sicuramente il FaceID e la gestione della gobba sullo schermo .

impeccabili le prestazioni, la fotocamera, la ricezione e l’autonomia.

Questo slideshow richiede JavaScript.

share post:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *